post-title In forma anche DURANTE le vacanze!https://sentierodellasalute.com/wp-content/uploads/handstand-699120_1280-e1466536774409.jpg 2016-06-21 20:39:31 yes noInserito da

In forma anche DURANTE le vacanze!

Le vacanze sono il momento più ambito dell’anno, eppure per molti di noi sono associate all’ansia della prova costume. Il desiderio di sentirsi belli ed in forma in un periodo del genere, dove chi va al mare si spoglia e mette in mostra, è legittimo e comprensibile. Proprio per questo in tanti si improvvisano salutisti […]

Print Friendly, PDF & Email
Inserito da

Le vacanze sono il momento più ambito dell’anno, eppure per molti di noi sono associate all’ansia della prova costume. Il desiderio di sentirsi belli ed in forma in un periodo del genere, dove chi va al mare si spoglia e mette in mostra, è legittimo e comprensibile. Proprio per questo in tanti si improvvisano salutisti ed iniziano protocolli alimentari di rara rigidità, mentre chi già è attento alla salute pone ancora più dedizione a dieta e palestra.

I consigli alimentari si sprecano ed anche il Sentiero della Salute in passato ha dispensato utili dritte per un’alimentazione che dovrebbe essere sana 365 giorni l’anno, e non solo occasionalmente. Per chi volesse approfondire:

I dieci comandamenti del buon Pasto

Obiettivo salute: vivere meglio in 4 mosse

La tentazione dell’alcol: 10 buoni motivi per dire di no

AGEs: una battaglia contro l’invecchiamento

Come abbassare l’Indice Glicemico

Mindful Eating: star bene mangiando bene

La forma fisica non dipende solo dall’alimentazione!!

Appena scatta nella testa la prova costume si corre ai ripari e si rischia di passare dalla polenta uncia all’insalata scondita dall’oggi al domani.

Ma è davvero necessario?

NO! Anzi: cambiamenti troppo drastici e restrittivi, sebbene accompagnati da perdita di peso nel breve periodo, possono ridurre il metabolismo anche negli anni a seguire, senza che ci sia una ripresa, come dimostrato da studi molto recenti (Fothergill et al, 2016)

Premesso che alcuni di noi hanno bisogno di un esperto che dia indicazioni alimentari precise, chi è in salute e non ha particolari problematiche dovrebbe tener presente che gli eccessi sono sempre dannosi (come spiegato meglio in L’ossessione della salute: dall’ortoressia alla vigoressia e in Lo sport ci migliora (sempre)? ) e, soprattutto, per mettersi in forma l’alimentazione non basta!

Per perdere peso in modo corretto (e non limitarsi a perdere prevalentemente liquidi), è bene iniziare ad intensificare l’attività fisica, così da aumentare la richiesta calorica e attivare il metabolismo. Coloro che fanno normalmente sport possono semplicemente introdurre una passeggiata mattutina o serale (che ben si addice alla stagione) di mezz’ora- quarantacinque minuti a passo svelto. Per coloro che sono digiuni di movimento è bene prendere qualche spunto dall’articolo Sedentarietà: 5 idee per sconfiggere questa malsana abitudine! e poi introdurre 2-3 camminate a passo svelto durante la settimana. Il beneficio che può fare questo piccolo ma sano sacrificio può aumentare nettamente la qualità di vita (come anche spiegato in Sport: un cocktail di benessere).

Non si può affidare tutto il merito del dimagramento al cibo. Anche il sonno gioca la sua parte. Rimanere svegli fino a tardi non fa altro che indurre a mangiare di più in orari errati, come a tarda sera quando di fatto non vi è consumo di calorie, e il giorno dopo per rimanere svegli. Inoltre aumenta la richiesta di caffè, sostanza nervina di cui è bene non abusare, o sostanze stimolanti, come bevande molto caloriche e ricche di sostanze tutt’altro che naturale.

Per quanto possa sembrare paradossale, un ottimo metodo per mettersi in forma più rapidamente è regalarsi del sonno di buona qualità nelle giuste quantità, come spiegato anche in Sonno: elisir di lunga vita.

Anche il cibo vuole la sua parte

Ovviamente anche l’alimentazione ha un peso rilevante sulla forma fisica, e di per sé l’estate è un periodo davvero ricco di tentazioni: i gelati per alleviare il caldo, gli aperitivi in compagnia, le cene all’aperto… Si prospettano innumerevoli circostanze in grado di indurre chiunque in tentazione.

Come destreggiarsi in questo momento dell’anno in cui la vita sociale diventa ancora più importante e in cui anche il caldo ci induce a mangiare gelati, granite, ghiaccioli, affogati al caffè, caffè shakerato e magari anche corretto, birra fresca e mojito?

Ricordandosi che esistono anche meravigliosi snack naturali e tutti i prodotti homemade, come i Ghiaccioli di frutta, il Gelato alla banana di sola frutta, lo yogurt fatto in casa che possono essere sfiziosi e molto meglio di qualsiasi prodotto comperato.

Ai molti di voi che stanno sorridendo sarcasticamente, pensando quanto sia ingenua un’affermazione del genere, chiedo: avete mai letto l’etichetta di un gelato confezionato? Pensate forse che ci sia dentro del latte fresco? E’ polvere di latte. Pensate che ci sia solo zucchero? Ci sono sciroppi, di cui abbiamo accennato anche in Il fruttosio: un dolcificante da consumare con moderazione. Per non parlare di coloranti e conservanti. Per togliersi uno sfizio si introducono calorie in eccesso e sostanze non naturali che richiedono grande lavorio da parte dell’organismo per essere metabolizzati. In questo caso un po’ di consapevolezza, con la presa di coscienza della cruda verità, può aiutare.

Considerazioni del genere devono indurre ad un consumo limitato. l’abitudine ad “abusare” di prodotti del genere è più semplice di quanto si creda. Basti pensare che il Ministero della Salute del Cile, per limitare l’obesità infantile, è intenzionato ad abolire la pubblicità di prodotti poco salutari rivolta ai minori di 14 anni e di togliere le sorprese (come quelle dell’ovetto kinder e dell’happy meal), grandissimo incentivo all’acquisto di questi alimenti da parte dei più giovani. Questo per sottolineare la necessità di leggere le etichette e chiedersi cosa sia davvero contenuto in quello che mangiamo e proponiamo a terzi.

Quindi è bene, quando si sceglie di mettersi in forma, andare oltre la semplice conta calorica e proiettarsi in un regime alimentare che tenga conto della qualità, fattore in grado di fare davvero la differenza.

In forma anche DURANTE le vacanze

Tutto il lavoro delle settimane e mesi precedenti viene spesso annullato con qualche giorno di vacanza. Ma è davvero così difficile rimanere in forma anche in questi periodi di relax?

Basta seguire poche buone abitudini per ridurre drasticamente l’introito calorico.

  1. Aperitivo sì, ma alla frutta! Perché togliersi un momento di condivisione così gradito? E’ sufficiente sorseggiare una buona centrifuga di frutta e verdure, o una spremuta fresca per reintegrare parte delle vitamine perse, assumere antiossidanti, dissetarsi e non ingrassare. La freschezza e il buon sapore sanno rincuorare anche i più scettici. Altro paio di maniche sono i succhi: sono zuccherati e molto calorici, nonché ricchi di conservanti. Meglio evitare
  2. Ai pasti bere solo acqua! Bevande zuccherine, anche nella versione light, andrebbero bandite: non solo si introducono calorie inutili, ma ci si abitua ad un’eccessiva dolcezza che porta a zuccherare oltre misura anche caffé, tea, ed altre bevande. Se proprio ci si deve concedere uno sfizio meglio un bicchiere di buon vino.
  3. Il dolce sì, ma a pranzo. Meglio mangiare di più a pranzo che abbuffarsi a cena. Infatti a mezzogiorno si hanno molte possibilità di bruciare ancora calorie e consumare energie, mentre la sera è meno probabile.
  4. Snack di frutta! Abbandoniamo i gelati per ananas, cocco, anguria, melone, pesche, albicocche, ciliegie…e la meravigliosa frutta che offre l’estate. C’è grande varietà e si tratta di frutta così zuccherina da non necessitare aggiunte di zucchero
  5. Quattro passi per digerire. Che si sia al mare o in montagna poco conta: il tempo per fare passeggiate si trova, anche in città! Soprattutto la sera, quando la temperatura diventa più accettabile e può essere piacevole rilassarsi così.
  6. Non mangiare a tutte le ore: se gli impegni sociali sono molti, non bisogna per forza assecondare tutte le tentazioni che comportano. A volte basta prendere un caffè o un bicchiere d’acqua.

A volte gesti semplici, e quelle che possono sembrare rinunce, si trasformano nella riscoperta di piaceri semplici e genuini e ci aiutano a stare in salute. A volte basta davvero poco per godersi i piaceri della vita senza appesantirsi. E questo può verificarsi in qualsiasi momento della vita, anche in vacanza!

E per prepararvi ad affrontare ancora meglio il viaggio:  Cerca il Benessere ovunque tu vada!

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Latest News on Your Doctor's Blog

Sto caricando…