post-title Pensare bene favorisce il benessere fisico https://sentierodellasalute.com/wp-content/uploads/569.jpg 2015-10-22 13:57:28 yes no Inserito da

Pensare bene favorisce il benessere fisico

“Quando corro tutti i pensieri volano via. Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti” (Confucio) Partendo da questa provocante citazione di Confucio, la riflessione che qui si vuole condurre è quella relativa al rapporto “pensiero positivo – benessere”, una relazione non sempre compresa e soprattutto non da tutti colta […]

Print Friendly, PDF & Email
Inserito da

“Quando corro tutti i pensieri volano via. Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti” (Confucio)

Partendo da questa provocante citazione di Confucio, la riflessione che qui si vuole condurre è quella relativa al rapporto “pensiero positivo – benessere”, una relazione non sempre compresa e soprattutto non da tutti colta e apprezzata. Partiamo, come sempre, dalla speculazione filosofica, che ci aiuta a entrare nel vivo del discorso. Cosa vuol dire pensare? Perché il pensar bene può avere come conseguenza immediata lo stare bene? Sono due domande interessanti, che ci devono stimolare e invitare a riflettere sulla nostra vita. Il cammino verso il benessere e la consapevolPensiero-positivo-coachingezza che questo benessere deriva solamente da una profonda presa di coscienza di noi stessi, non è sempre così scontato e facile. Richiede un sacrificio quotidiano, una “messa in gioco” della nostra interiorità, un impegno costante perché chi vuole stare bene deve impegnarsi ad esserlo.

Il benessere (da ben – essere = “stare bene” o “esistere bene”) è uno stato che coinvolge tutti gli aspetti dell’essere umano. L’accezione antica che faceva coincidere il benessere con la salute (per lo più fisica) riconducibile approssimativamente ad una condizione di assenza di patologie, ha assunto, nel tempo un’accezione più ampia, arrivando a coinvolgere tutti gli aspetti dell’essere (fisico, mentale e sociale). Il concetto di una necessaria implicazione nel benessere globale non solo di aspetti psico-fisici, bensì anche di aspetti sociali, oltre che trovare una radice nel pensiero filosofico sia orientale, sia occidentale, trova recenti conferme anche in campo medico – scientifico. Anche nel rapporto della Commissione Salute dell’Osservatorio europeo su sistemi e politiche per la salute (a cui partecipa il distaccamento europeo dell’OMS) è stata proposta la definizione di benessere come “lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale di ben-essere che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società“. Come si legge nel Rapporto, tutti e cinque gli aspetti sono importanti, ma ancora più importante è che questi siano tra loro equilibrati per consentire agli individui di migliorare il loro benessere (cfr. www.filosofiaelogos.it).

Cosa vuol dire, quindi, pensare? Semplicemente significa rendere attiva e brillante la nostra mente, cercare sempre e ovunque la novità, chiedersi il “perché” delle cose, fare silenzio e concedersi momenti nobili di riflessione. Pensare è anche sorridere, piangere e gioire quando apriamo al nostra mente a ricordi o situazioni vissute o che vorremmo vivere in un futuro prossimo. Pensare è assaporare la bellezza della vita che attraverso i sogni e i desideri diventa spesso realtà. Pensare è saper viaggiare con la mente verso terreni inesplorati, è saper aprire gli occhi e guardare in modo diverso tutto ciò che è parte di noi, dando senso a questo “tutto”. Pensare, soprattutto, è trovare il positivo in ogni cosa, cercare la via d’uscita e vivere per il meglio. Da qui deriva come diretta conseguenza il benessere fisico: se pensiamo bene, stiamo bene, se stiamo bene viviamo anche bene. Se viviamo bene, troviamo il senso positivo di ogni cosa che facciamo: gioie, dolori, simpatie, antipatie. Non esiste vita migliore di quella vissuta dando senso ad ogni cosa. Lo stare bene, quindi, è frutto di una molteplicità di fattori che solo nella nostra mente trovano la giusta sintesi. Maometto, fondatore e ultimo profeta dell’Islam, sosteneva che “la vera ricchezza non deriva dall’abbondanza dei beni materiali, ma da una mente serena“, come ad indicare che non conta come vivi, ma come pensi, perché è solo da come pensi che derivFilosofia1a il tuo vero e reale stato di salute.

Questa interessante riflessione deve aiutarci ad aprire la nostra mente per poter discernere i canoni della nostra esistenza. Come vogliamo vivere? Dipenderà solamente dal nostro pensiero. Sforziamoci pertanto di cercare il positivo in ogni cosa, cominciamo da piccoli passi, da pochi pensieri positivi per poi arrivare a un autentico stile di vita. Cos’è la vita se non una magnifica avventura aperta al rischio di correre sui propri passi?

Vedi anche:

Think positive, be positive: come il pensiero orienta il comportamento

 

Print Friendly, PDF & Email

Latest News on Your Doctor's Blog

Sto caricando…