post-title Carico Glicemicohttps://sentierodellasalute.com/wp-content/uploads/carico-glicemico1.jpg 2015-04-27 15:57:59 yes noInserito da

Carico Glicemico

L’Indice Glicemico [vedi Indice Glicemico] è un valore che serve a quantificare i carboidrati di un alimento che il nostro organismo è in grado di assorbire. Si tratta di un’informazione importante, ma non esaustiva degli effetti che un pasto può avere su di noi. Mangiare 80 grammi di pasta o 150, infatti, avrà un effetto diverso […]

Print Friendly, PDF & Email
Inserito da

L’Indice Glicemico [vedi Indice Glicemico] è un valore che serve a quantificare i carboidrati di un alimento che il nostro organismo è in grado di assorbire. Si tratta di un’informazione importante, ma non esaustiva degli effetti che un pasto può avere su di noi. Mangiare 80 grammi di pasta o 150, infatti, avrà un effetto diverso su di noi, non solo dal punto di vista delle calorie ma anche della glicemia. Lo stesso ragionamento vale per una manciata di ciliegie o una bacinella intera. Ogni alimento presenta un Indice glicemico specifico, che è bene associare alla quantità che si consuma.

Dal prodotto dell’Indice Glicemico con la quantità dell’alimento che si intende mangiare origina il Carico Glicemico (in inglese Glycemic load, GL), un parametro che stabilisce l’impatto sulla glicemia di un pasto glucidico. Maggiore sarà il suo valore, più importante sarà l’innalzamento della glicemia.

La formula per calcolarlo è: GL = (indice glicemico di un alimento x la quantità di carboidrati contenuti nell’alimento)/100.

Sarà in tal modo possibile distinguere il Carico glicemico in basso, moderato o alto:

  • Fino a 10 il carico glicemico è considerato BASSO.
  • Da 11 19 il carico glicemico è considerato MODERATO.
  • Da 20 in su il carico glicemico è considerato ALTO

 

Questo valore è importante per evitare di stigmatizzare certi alimenti: in una dieta varia ed equilibrata si possono consumare anche cibi ad alto indice glicemico, purché non si ecceda nella quantità, onde evitare un carico glicemico eccessivo. In linea generale, comunque, si può quindi considerare come un buon principio il fatto che, a parità di carico glicemico, è consigliabile preferire una fonte con indice glicemico più basso [vedi anche Come abbassare l’Indice Glicemico]. Se però si desidera consumare un cibo ad alto Indice Glicemico, il calcolo del carico glicemico può essere una buona guida.

Sitografia:

Bibliografia:

  • Salmerón J, Dietary fiber, glycemic load, and risk of non-insulin-dependent diabetes mellitus in women JAMA. 1997 Feb 12;277(6):472-7.

 

Print Friendly, PDF & Email

Latest News on Your Doctor's Blog

Sto caricando…