post-title LeAw, o semplicemente “Leave everything And wander”.https://sentierodellasalute.com/wp-content/uploads/Sguazzini-e-Bertagnolli.jpg 2017-06-01 19:55:33 yes noInserito da

LeAw, o semplicemente “Leave everything And wander”.

Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina. (Agostino d’Ippona) Cos’è la vita se non un viaggio continuo? Ma soprattutto, perché viaggiare? Quante misteriose esperienze, quanti luoghi, persone e incontri possiamo vivere quando viaggiamo. Eppure questo senso di avventura non appartiene a tutti. Tempo, soldi e varie situazioni contingenti […]

Print Friendly, PDF & Email
Inserito da

Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina. (Agostino d’Ippona)

Cos’è la vita se non un viaggio continuo? Ma soprattutto, perché viaggiare? Quante misteriose esperienze, quanti luoghi, persone e incontri possiamo vivere quando viaggiamo. Eppure questo senso di avventura non appartiene a tutti. Tempo, soldi e varie situazioni contingenti spesso inducono molte persone a fermarsi solamente al puro sogno o all’eterno desiderio del “chissà, un giorno…”. Vogliamo però provare a sfatare tutti questi miti che non fanno altro che limitarci. Quando si viaggia è sempre bello, è sempre salutare, perché in un modo o nell’altro siamo portati a sorridere e a rilassare mente e corpo. Il viaggio è un mistero da vivere. Da soli o insieme, per un lungo o breve periodo che sia, il viaggio è un gran bel mistero in cui ciascuno deve buttarsi.

Follia e avventura, pochi pensieri e azioni decise e dirette: “Leave everything and wander” nasce dal desiderio di Sara Bertagnolli e Luca Sguazzini di unire le proprie abilità e realizzare un Sogno: quello di viaggiare, abbandonando le certezze e le sicurezze che caratterizzano la vita quotidiana della maggior parte di tutti noi.

Sara, dopo la laurea in storia e critica del cinema, ha raggiunto risultati professionali di alto livello nell’ambito manageriale, riuscendo a diventare l’assistente personale e il braccio destro dello stilista Philipp Plein. Ha studiato recitazione alla scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano ed è stata attrice per diverse campagne pubblicitarie e cantante nel gruppo MadameX insieme allo stilista Alessandro de Benedetti. Senza paura ha scelto di cambiare vita e partire.

Luca ha viaggiato molto fin da bambino e, dopo aver affrontato un viaggio in solitaria in Australia, è tornato in Italia dove si è affermato come uno degli influencer più seguiti nel campo “ a livello internazionale lavorando come modello per numerosi brands di moda. E’ molto popolare sui social e negli ultimi anni, si è fatto conoscere anche grazie alla partecipazione al programma televesivo “Ballando con le stelle”.

Grazie alle competenze acquisite nei rispettivi campi hanno deciso di raccontare una vita fuori dal comune sui socials. “L’idea è quella di viaggiare tra Canada, Alaska e, in seguito, Stati Uniti, Messico e Sud America, raccontando il viaggio tramite contenuti fotografici e video su Youtube, Facebook e Instagram, rendendo accessibile a tutti la vera essenza del “Wander”. Dall’organizzazione alla logistica, come la ricerca e la gestione degli sponsor, dal viaggiare senza una meta precisa all’avventura più selvaggia”.

Sara e Luca vogliono essere degli storytellers di ultima generazione e coinvolgere il pubblico nelle scelte, nel percorso, nel viaggio, utilizzando i social networks come canale di comunicazione. Nel viaggiare senza meta e senza limiti di tempo avranno la possibilità di intrecciare la propria storia con quella delle persone che incontreranno per strada e di scoprire le culture dei posti, visitando anche i luoghi meno conosciuti, proprio quelli che spesso riservano le sorprese più grandi. Leaw è la risposta che entrambi vogliono dare per dire a chi li seguirà di essere coraggiosi, curiosi e ribilanciare il valore delle cose, che nulla vale di più del respiro e la libertà, il rispetto dei propri ritmi e delle proprie inclinazioni. Osare ed essere sempre audaci per rendere unica la propria vita.

“Il budget di partenza sarà limitato, anche per dimostrare che pure senza grandi possibilità economiche tutto è possibile grazie alla determinazione e all’abilità di coinvolgere più persone possibili”.

Vogliamo costruire i nostri ideali e il nostro stile di vita su quello che ci piace fare, non su quello che ci impongono di fare. Troppe persone vivono circostanze infelici, eppure non prendono l’iniziativa di cambiare le cose perché sono condizionate da una vita di sicurezze, conformismo e tradizionalismo. Il percorso per arrivare a questa scelta, abbandonare tutto per partire e viaggiare, non è stato e non è dei più semplici, ma come si dice “no pain no gain”. Noi non vogliamo solo fare un viaggio, ma vogliamo che il viaggio diventi la nostra vita, il nostro lavoro, il centro da cui tutto possa partire. Dobbiamo avere il coraggio di ribellarci al nostro stile di vita abituale e scegliere un modo di vivere non-convenzionale o meglio ancora un modo di vivere e iniziare a fare le cose in maniera più coraggiosa, con curiosità: noi siamo curiosi!.

Non dirmi quanti anni hai, o quanto sei educato e colto, dimmi dove hai viaggiato e che cosa sai.
(Maometto)

Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perchè. I loro desideri hanno le forme delle nuvole.
(Charles Baudelaire)

Riferimenti social:

https://www.instagram.com/sara_bertagnolli/?hl=it

 

Print Friendly, PDF & Email

Latest News on Your Doctor's Blog

Sto caricando…